lunedì 26 gennaio 2015

Alberto Biffi: mental trainer CMC Italia


Alberto Biffi mental trainer CMC Italia



Con un approfondimento su Alberto Biffi: mental trainer di CMC Italia terminiamo l’indagine su CMC Italia scuola di mental coaching.

Alberto Biffi mental trainer CMC Italia è il primo mental trainer italiano riconosciuto e certificato da Robert Neff e cofondatore di CMC Italia.
Alberto Biffi è allenatore sportivo che crede fortemente nel fattore mentale come aspetto determinante per l’esito della performance sportiva. Alberto Biffi mental trainer CMC Italia si avvicina molto presto al mondo del Mental Coaching attraverso letture personali e partecipazioni ad alcuni corsi dedicati, finché nel 2012 decide di affidare la sua preparazione in Mental Coaching al guru americano Robert Neff e di fondare CMC Italia scuola di mental coaching.

Alberto Biffi, Mental Trainer CMC Italia

Come Mental Trainer CMC Italia Alberto Biffi applica con successo le tecniche di Mental Coaching nell’ambito Sport & Business Coach.
L’innovazione e l’efficacia della formazione offerta da Alberto Biffi mental trainer di CMC Italia dipendono da alcuni elementi essenziali:
  • Servizio totalmente personalizzato in base alle necessità e alle attitudini dell’utente
  • Esperienza: ogni utente viene affidato a tutor esperti 
  • Capacità di ascoltare 
  • Trasparenza 
  • Capacità di coinvolgere il cliente rendendo appassionante e divertente il percorso formativo
CMC Italia, la scuoladi coaching di cui Alberto Biffi è mental trainer, costituisce una proposta unica e all’avanguardia su tutto il territorio nazionale. Infatti grazie ai servizi di webinar offerti da CMC Italia è possibile seguire a tutti gli effetti un corso di Mental Coaching online, senza spostarsi dalla propria casa o dal proprio ufficio.
L’obiettivo di Alberto Biffi con CMC Italia, grazie all’ispirazione di Robert Neff, è quello di formare in due anni 100 Mental Coach certificati in tutta Italia, “per rendere il mondo un posto migliore”.

Alberto Biffi trainer CMC Italia: la formazione tra fiere e Mental Coaching

Alberto Biffi, originario e attivo nella città di Milano, è un allenatore sportivo e imprenditore.
Alberto Biffi si laurea presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore in Statistica con specializzazione in Ricerche di Mercato. Poco dopo entra a far parte dell’azienda RSC Media Group nel settore editoriale come analista della concorrenza, pubblicità e previsione delle vendite.
Qualche anno dopo inizia a lavorare per Fiera Milano, prima come responsabile dell’osservatorio economico e territoriale e successivamente nel settore sviluppo.
Dopo quasi 20 anni di esperienza nel settore fieristico, Alberto Biffi inizia a lavorare per l’Istituto di Ricerca Sociale, ISPO, dove si occupa di monitorare eventi, valutando e migliorandone la riuscita.
Poco dopo inizia la sua esperienza come insegnante di statistica presso la prestigiosa Università Luigi Bocconi e si occupa nuovamente del settore fieristico con il progetto indipendente FareFiera rivolto alle aziende espositrici al fine di migliorare il loro investimento fieristico.


Alberto Biffi mental trainer CMC Italia e lo sport

Alberto Biffi è anche un allenatore di pallavolo FIPAV maschile e femminile con un’esperienza di oltre 20 anni. Oltre alla tecnica e alla preparazione fisica, Alberto Biffi è sempre stato attento al fattore psicologico come elemento determinante nella performance sportiva.
Dopo diversi anni di studi personali sul Mental Coaching, Alberto Biffi decide di fare un ulteriore passo e concretizzare questa sua passione: nel 2012 è il primo italiano a ricevere la certificazione come Certified Mental Coach da Robert Neff, guru americano ideatore del metodo di Mental Coaching Mental Inc.
Un anno dopo affascinato dall’efficacia delle tecniche di coaching di Neff, Alberto Biffi è mental trainer di CMC Italia: una scuola di formazione per coach tutta italiana.


Se hai frequentato il Corso in Mental Coaching di CMC Italia lascia un commento, indicando il tuo nome. 


Aggiornamenti su CMC Italia Formazione italiana in Mental Coaching che possono interessarti:
CMC Italia - Scuola Italiana di Formazione in Mental Coaching
CMC Italia Corso Coaching
CMC Italia: pareri opinioni e commenti
CMC Italia chi è
CMC Italia coach
Robert Neff fondatore CMC Italia

venerdì 23 gennaio 2015

Non basta laurearsi: bisogna mirare ad un punteggio alto!


Laurearsi a pieni voti, oltre che una soddisfazione personale, è un ottimo biglietto da visita se si vuole far colpo. E' vero, spesso il voto non coincide con le abilità e le conoscenze reali del candidato, ma è anche vero che l'abito spesso fa il monaco, e le aziende si avvalgono di questo parametro per effettuare una prima scrematura. Se dunque si vuole avere la possibilità di partecipare quantomeno ai colloqui è necessario laurearsi in tempi brevi e con una buona votazione. un ottimo punteggio equivale, agli occhi di chi legge il nostro cv, ad una persona che si impegna per raggiungere traguardi importanti, che aspira all'eccellenza:  individui quindi che qualsiasi azienda vorrebbe avere nel proprio team di lavoro.

Per i laureati nelle discipline scientifiche (economia, statistica o ingegneria gestionale) ma anche in quelle umanistiche (come scienze politiche) le porte del mondo del lavoro sono più accessibili se è stato raggiunto il titolo di studio con il massimo dei voti. Aggiungendo una conoscenza fluente dell’inglese e la padronanza di Office, le possibilità aumentano ancor di più. 

Investire tempo e risorse economiche per ottenere una laurea con il massimo dei voti dà poi i suoi frutti. I manager delle risorse umane tengono ben presente due aspetti del curriculum dei candidati: l’Università dalla quale si proviene e soprattutto il voto.

Il percorso universitario deve essere costante, approfondito e in ogni singolo esame deve esserci stata una preparazione di alto livello. Così da “collezionare” tutti voti che tengono alta la media per poter arrivare alla discussione della tesi nel modo migliore possibile e poter concludere il corso di studi con il voto più alto.

Gli anni di università sono un biglietto da visita importante, e in molti casi fondamentale, per potersi inserire nel mondo del lavoro ed aspirare a posti di responsabilità. Le migliori occasioni professionali nelle aziende più accreditate sono certamente possibilità che si aprono a laureati con il massimo dei voti.

I gruppi sia nazionali che internazionali, nella selezione dei propri collaboratori, rivolgono la massima attenzione al percorso degli studi universitari e alla votazione finale conseguita. E non solo e non tanto per una iniziale “scrematura” dei candidati, ma perché la votazione in ogni singolo esame e quella finale, dà una garanzia di affidabilità, preparazione e conoscenza approfondita del settore.

Nel mondo delle imprese è infatti molto apprezzato chi si laurea nei tempi giusti e con il massimo dei voti perché significa che ha saputo concentrarsi su un obiettivo e si è impegnato per raggiungerlo nei tempi e modi migliori.

Concludiamo ricordando che moltissimi concorsi  di enti pubblici sono specificatamente rivolti a laureati con il massimo dei voti, garanzia di  preparazione e affidabilità.
Studia bene. Studia molto. Se sei pronto a sacrificare il tuo tempo libero per qualche anno, raggiungerai l’obiettivo di una laurea con il massimo dei voti. Dopodiché il tuo futuro professionale potrà avere delle opportunità diverse e certamente migliori degli altri laureati. Solo una qualificata formazione può garantire l’inserimento nel mondo del lavoro ai livelli più elevati.